App Immuni Regione Veneto

Posted on

“L’app immuni ha due grandi limiti – afferma il presidente della regione Veneto, Luca Zaia – il primo è che non sa dove finisce il gran bagaglio di dati, il secondo che rischia di mettere in crisi l’ossatura della sanità. L’aspetto mi inquieta, non si è detto agli addetti ai lavori cosa accadrà – spiega Zaia -. di Riccardo Rocchesso – Luca Zaia, l’amatissimo governatore del Veneto, comincia a vacillare nei consensi del suo popolo?. Oggi, il “Doge”, durante la sua conferenza giornaliera ha comunicato la sua volontà nel rendere obbligatoria l’app Immuni, per controllare gli spostamenti dei Veneti e fare quindi da capofila in Italia per la sua introduzione sul tutto il territorio.

Pin su Belluno e dintorni

La sede dell’impresa ideatrice è a Milano e il suo nome evoca il non-luogo di Matrix.Ma in realtà affondano in Veneto le radici di Immuni, la app di tracciamento pensata per fronteggiare l.

App immuni regione veneto. (DIRE) Venezia, 3 giu. – Cosi' com'e' stata pensata, l'app Immuni non puo' funzionare. Lo sostiene il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, affermando che con queste modalita' direbbe di no all'implementazione di Immuni in Veneto. Immuni rispetta tutte le normative vigenti, incluse quelle sulla protezione dei dati. I tuoi dati, raccolti e gestiti dal Ministero della Salute e da soggetti pubblici, sono salvati su server in Italia. I dati e le connessioni dell'app con il server sono cifrati. App Immuni: le Regioni pilota. Ma quali sono le Regioni pilota scelte dal Governo per poter sperimentare l’app Immuni? Al momento sono certamente quattro, mentre due ancora non hanno confermato la propria partecipazione all’esperimento. Puglia, Liguria, Abruzzo e Marche sono ormai certe. Contrariamente, invece, Emilia Romagna e Veneto.

Il presidente della Regione Veneto torna a parlare dell’app Immuni dopo la bufera social scatenata dalla possibile obbligatorietà dell’applicazione.Luca Zaia, nella diretta social del 21 aprile 2020, chiarisce le proprie affermazioni del giorno precedente e spiega nel dettaglio a cosa serve l’applicazione Immuni. Immuni è l’app di riferimento per il tracciamento dell’evoluzione del Coronavirus durante la Fase 2.Un’app “gratuita per chi ha lo smartphone, ma da scaricare obbligatoriamente”, secondo Luca Zaia. La Regione Veneto ha avuto un ruolo fondamentale nella creazione dell’app Immuni, come riporta il Corriere del Veneto.I fondatori veneti di Bending Spoons, la software house milanese. L'app Immuni per il tracciamento in funzione anti-contagio è scaricabile dagli store di Apple e Google e sarà testata in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia a partire dall'8 giugno.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha autorizzato il Ministero della salute ad avviare il trattamento relativo al Sistema di allerta Covid-19, ossia l’app “Immuni”, resa disponibile dal 1° giugno scorso sui principali store digitali. Il trattamento dei dati personali effettuato nell’ambito dell’app può infatti essere considerato “proporzionato”, essendo state. Domenica 3 maggio, dalle ore 19:00 alle ore 20:30, si terrà un webinar che affronterà il tema della App IMMUNI rivolto agli attivisti m5s del Veneto.. Relazioneranno sull’argomento: Sen. Giovanni Endrizzi – Vicepresidente della 12a Commissione permanente – Igiene e Sanità, Membro della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali. App Immuni anche in Veneto: come funziona. La app Immuni è attiva su tutto il territorio nazionale. Lo ha confermato il Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri

I DUBBI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO. Il governo procede dunque con l’app Immuni in attesa della sperimentazione. Ma tra gli scettici circa l’efficacia dell’app si è inserito oggi anche Luca Zaia. Il presidente del Veneto ha raccolto sempre più consensi sia in regione sia nel paese grazie alla gestione dell’emergenza coronavirus. VENEZIA. Zaia di lotta e di governo su app anticontagio Immuni e uso delle mascherine. Il presidente della giunta regionale del Veneto inizia con le raccomandazioni "del buon padre di famiglia. Le parole del premier Conte e la linea del governatore Zaia (Veneto) Entro 10 giorni sarà pronta l’app Immuni. Ieri Apple e Google hanno rilasciato la tanto attesa tecnologia di contact tracing (su cui si baserà anche l’app italiana) per avvisare le persone che potrebbero essere state esposte al coronavirus.

Nella giornata di ieri, lunedì 25 maggio 2020, le autorità della Regione Veneto hanno avuto due videoconferenze con il governo italiano per discutere anche dell’App “Immuni” per la cui sperimentazione si sono candidate le Regioni Puglia, Liguria e Abruzzo (per il momento non il Veneto). “La App ‘Immuni’ non è alternativa alla App ‘SiciliaSicura’”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, nel corso del programma ‘Agora”, su Rai3 il 4 giugno. Anche la Sicilia, come la Sardegna, si doterà dunque di una propria app, in aggiunta a Immuni. "L'app nazionale è oggetto dell'incontro tra i presidenti di Regione per capire gli aspetti sperimentali da mandare avanti, purtroppo è partita male come consenso pubblico". Lo ha rilevato il.

Qui l’app è anche evidenziata in homepage con la dicitura “annuncio di servizio pubblico”. Per ora gli utenti sembrano soddisfatti: la valutazione di Immuni è 4,7 su 5, ma si legge una lamentela, scritta da “un americano che vive a Pisa”, che sottolinea il malfunzionamento dell’app nella sua regione. Adesso anche la Regione Piemonte prende le distanze da Immuni, dopo Veneto e Friuli Venezia Giulia. Ed è un problema: per la sorte dell’app e soprattutto per il contrasto nazionale al virus. Ed è un problema: per la sorte dell’app e soprattutto per il contrasto nazionale al virus.

Baronciani, Colapesce "La distanza" (Bao Publishing

Pin di Anna Carreca su Books wishlist (con immagini

"Fermiamo il consumo di suolo Il territorio tra

Venice Ca' Rezzonico Venice, Venice italy, Italy

Escursioni su sentieri dei Colli Berici e dei Colli

Un giorno nella vita di Dorotea Sgrunf Tatjana Hauptmann

"Fermiamo il consumo di suolo Il territorio tra

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *